giovedì 17 gennaio 2019

La mia pasta al forno

Pasta al forno della nonna


Ciao cari lettori. Oggi voglio mostrarvi la mia ricetta della pasta al forno. Ricordiamo che la cura di noi stessi parte anche da quello che mangiamo!

Non sempre l'unico cibo adatto e verdura e frutta, ma ogni tanto anche per gratificare il nostro palato, un piccolo strappo all'alimentazione ferrea ci stà!!!

Poi anche con la pasta al forno se usiamo ingredienti freschi e genuini ugualmente sarà un alimento "sano"

La ricetta della mia pasta al forno, viene tramandata da madre a figlia.
Questa infatti è la pasta al forno come la faceva mia nonna e sua nonna prima ancora.







La ricetta e facile ed abbastanza economica, io ho fatto un video sul mio canale youtube , Ti lascio il link alla video ricetta cosi potrai vedere passo passo la preparazione!


ingredienti per 6/8 persone 300 g macinato vitello 300 g macinato suino 1 cipolla media olio extravergine di oliva 2 passate di pomodoro 1 kg di pasta a vostra scelta tra, penne, rigatoni,mezze penne ecc.. 400 g di fior di latte o provola 400 g di prosciutto cotto a pezzi parmigiano grattugiato. cuocere in forno a 180° per 15/20 minuti


Clika qui sotto per vedere la video ricetta


lunedì 14 gennaio 2019

I regali di madre natura

La propoli

Buongiorno cari lettori. Oggi innauguriamo una nuova rubrica," i regali di madre natura"
In questa rubrica vi parlerò dei prodotti che la natura ci mette a disposizione. Prodotti per la nostra salute, non solo quella dei capelli ma anche pelle e salute in generale.
Iniziamo da un prodotto che ci donano le api, e che è la PROPOLI.

Il nome propoli deriva dal greco “pro-polis” vuol dire “per la città” o "davanti alla città".

La propoli è, infatti, una sostanza resinosa che le api raccolgono da alcuni tipi di alberi (tra qui i pini e gli abeti) la elaborano con propri enzimi e viene quindi utilizzata per difendere l’alveare da problemi di ordine sanitario e climatico. La propoli è l’unica medicina (un antibiotico naturale) e l’unico disinfettante di cui dispongano le api.


Si stima che le sostanze presenti nella propoli siano più di 300. Fra di esse, le resine e i composti volatili sono i prodotti di diversi processi biologici che si realizzano in diverse parti della pianta.
La sua consistenza  è solida e friabile, simile a quella della cera, ma una volta riscaldata diventa flessibile e molto appiccicosa; per questo la propoli è detta anche “colla d'api”.
Per ottenerla occorre immergere in alcol le pareti delle arnie oppure indurre le api a depositare la sostanza su fogli dai quali può essere staccata più facilmente.
Il lavaggio in alcol permette di rimuovere la cera e di ottenere un balsamo di propoli (o tintura madre) ricco di sostanze organiche dalle proprietà antibatteriche, antimicotiche, antivirali, antinfiammatorie,antiossidanti, e non solo. Le sostanze presenti nella propoli sono attive anche contro le ulcere, agiscono da immunostimolanti e regolano l'attività del sistema immunitario, agiscono come anestetici locali e spasmolitici, proteggono il fegato e combattono la formazione della carie.
Possiamo trovare la tintura madre di propoli in farmacia, in erboristeria, on line o dai produttori di miele apicultori.
Io consiglio questi ultimi, infatti se acquistiamo dagli apicultori che producono la propoli, la pagheremo molto meno di quello che costerebbe in farmacia.

Infatti 100 ml di tintura madre di propoli, in farmacia costa dai 12 ai 20 euro, in erboristeria dai 12 ai 17 euro, on line possiamo pagarla sui 10/11 euro.
Mentre dall'apicultore la pagheremo all'incirca 3/4 euro per 100 ml.

Infatti io l'acquisto da un apicultore vicino casa e la pago 3 euro per 100 ml, con 9 euro faccio scorta per più di un mese.
Sono ormai più di due anni che assumo tutti i giorni le mie goccine di tintura madre di propoli, ho iniziato perchè avevo problemi al sistema immunitario e in oltre avevo delle macchie bianche "leucoplachia" sulla corda vocale sinistra. Con l'aiuto della propoli ho risolto il problema alla gola e inoltre il mio sistema immunitario aiutato anche da altri prodotti naturali (come l'echinacea) ha recuperato ed è diventato molto più forte.
Come si assume la tintura madre di propoli?! Semplice; basta prendere la quantità di gocce pari alla metà del nostro peso, si assumono al mattino preferibilmente, e a digiuno. Possiamo assumerle cosi come sono o aggiungerle a un cucchiaino di miele.
Ottime anche per i bambini, anche se è sempre meglio chiedere il parere del pediatra.
la tintura madre di propoli può essere assunta tutti i giorni anche per tre mesi di seguito, poi va interrotta 1 settimana o 10 giorni, per poi riprenderla tranquillamente.
La propoli e uno dei tanti regali che madre natura mette a disposizione per il nostro benessere.   

Anna. M. Il tocco di Anna